VAI A CHI SIAMO 

 

 
 

 

 


 

[marzo 2018]                             
                       CHI SIAMO
             Breve storia dell'Associazione

 
Chi siamo?

     

      Per mettere a fuoco la risposta è necessario fare una breve retrospettiva sulle origini dell'Associazione.

     Come recita il nostro atto costitutivo, siamo nati il 19 ottobre 1984 ed i nostri soci fondatori erano tutte persone interessate alle adozioni internazionali. Tutti, infatti, erano già in contatto con due missioni cattoliche nel sud dell'India: l'una a Krishna Raj Pete (K.R.Pete), l'altra ad Ullal, entrambe in zone particolarmente depresse, nate ad opera della missionaria genovese suor Carolina [vedi: GLI ISPIRATORI - la figura di suor Carolina].  Quasi tutti avevano in corso pratiche di adozione, o le avevano recentemente concluse. Per l'inoltro delle domande ai competenti trubunali indiani, il nostro gruppo di famiglie adottive si era appoggiato all'associazione torinese  Come Noi condividendone anche le attività correnti. 
     In occasione di una festa, dovuta alla presenza in Italia di padre Codello, è stato possibile conoscere il missionario e la sua attività nelle Jawadhi Hills. 

[vedi: GLI ISPIRATORI - la figura di padre Codello].

     L'intuizione iniziale, prima di costituirci in associazione, fu quella di darci vicendevolmente un aiuto e consigli disinteressati, con lo scopo di portare a buon fine al più presto possibile le adozioni (i "primi" figli adottivi hanno oggi quasi trent'anni ...), ma ciascuno, fino a quel momento, viaggiava per conto proprio, soddisfacendo le necessità personali. 

     Questi contatti a scopo di adozione con suor Carolina e il Come Noi , spiegano i nostri rapporti ancora oggi “privilegiati” con le due missioni alle quali si è aggiunto da una decina di anni un proficuo contatto con l’insediamento salesiano di Jamunamarathur, nelle ancora primitive Jawadhi Hills (India sud-orientale) dove viene svolta un’azione preminentemente umano-sociale con forte coinvol-gimento di laici indigeni.

     Dobbiamo in ogni caso sottolineare che, pur facendo riferimento a due missioni cattoliche, abbiamo sempre garantito l'assoluta "laicità" della nostra associazione (vedi art. 6 dello Statuto) che ha come scopo esclusivamente l'aiuto degli indigeni senza alcuna discriminazione di razza, religione o altro.

 

Cosa facciamo?

     Fin dall’'inizio -anche se in misura più limitata dell’attuale- abbiamo favorito le adozioni a distanza che chiamavamo “sponsorizzazioni personali”. L’attività principale svolta in origine era invece quella di consulenza sulle adozioni, affiancata alla spedizione degli aiuti materiali (abbigliamento usato, generi alimentari, medicinali, piccole attrezzature per attività artigianali o agricole ...), approfittando dei trasporti gratuiti sui container di cui abbiamo goduto per oltre un decennio presso una compagnia di navigazione indiana con appoggio a Genova.
     Da alcuni anni per problemi doganali non riusciamo più ad operare in tal senso e, grazie all’azione capillare di alcuni dei nostri soci, l’attività principale del gruppo consiste proprio nella raccolta e distribuzione di denaro per le adozioni a distanza.

     Da un paio d’anni, la nostra associazione ha inoltre “adottato” un Centro, gestito da laici legati però al Vescovato di Lai, in Ciad, ed amministrato da Padre Marco Vailati [vedi: GLI ISPIRATORI - la figura di padre Vailati]  che si occupa del recupero “sanitario” di persone con handicap fisici ed in seguito  dell’educazione scolastica e professionale degli stessi dopo il recupero, parziale o totale, delle abilità (quando possibile).  Lo scopo dichiarato è quello di reinserirli poi nella realtà locale, con la possibilità di vivere una vita normale, senza essere emarginati.  

     A questo scopo si sta erigendo e arredando una scuola ed un “convitto” per gli insegnanti, gli istruttori e gli allievi che provengono da più lontano.

     Le nostre iniziative sono state sempre in continua crescita ed hanno raggiunto livelli sempre più interessanti che, comunque, speriamo di incrementare nel prossimo futuro.

     Ecco alcune cifre per chiarire le dimensioni odierne dell'associazione:

·     Soci 15
·      Nominativi assistiti in India 110-120
·      Nominativi sponsor oltre 100
·      Iniziative in corso 1 (scuola-laboratorio di Talita Kum - Tchad).
[vai a: AGGIORNAMENTI-Verbali assemblee]

 

     Ci preme sottolineare che, pur nell'estrema limitatezza del bilancio dell'associazione, nessuna somma viene spesa per le esigenze amministrative, tutto questo essendo coperto dalle nostre risorse. Gli importi rimessici dai donatori vengono dunque totalmente trasferiti ai beneficiati nelle strutture di destinazione. L'utilizzo delle somme erogate viene periodicamente controllato anche con visite effettuate in India da nostri soci o da persone "amiche" ( a loro volta appartenenti ad associazioni analoghe alla nostra, e comunque conosciute e di sperimentata fiducia). 

[vedi ultimo resoconto in: AGGIORNAMENTI-SEDE-Il Viaggio in India]

 

     Facciamo rilevare che, essendo i versamenti interamente dedicati ai bimbi sponsorizzati, l’unica importantissima risorsa che possiamo gestire é quella derivante dall’attribuzione del 5‰ …(es. iniziativa i Tchad). 

[vedi: AGGIORNAMENTI - Rendiconto 5 x mille]

     Va evidenziato inoltre che, pur essendo la nostra un’associazione comple-tamente gestita con gratuito e volontario lavoro dei soci, viene tenuta la regolare dotazione dei libri previsti (libro cassa, libro dei soci o volontari, libro dei verbali delle Assemble  [vedi: AGGIORNAMENTI - verbali assemblee] e libro dei verbali del Consiglio di Amministrazione), regolarmente firmati e continuamente aggiornati.

     

     Infine, svolgendo le formalità di legge, al riconoscimento avuto in passato della personalità giuridica, abbiamo aggiunto nel 2003 l'iscrizione al Registro Regionale delle Associazioni di Volontariato come Onlus.

      Speriamo che questa esposizione, seppure per linee essenziali, sia sufficiente a presentare "Liguria per la Vita": chi siamo e cosa facciamo. 

E invogli a conoscerci più a fondo ...

   

 



                                                                       [torna a: COPERTINA]

  
 
 
  Site Map